crescita personale

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.

11665363_10206150633278570_1688723120273010891_n
Con Deanna durante la formazione nel giugno 2015

Quando le donne adulte dicono alle ragazzine al loro primo ciclo mestruale che sono “diventate donne”, cosa intendono? Cosa significa “diventare una donna”? Legalmente, lo status di ragazza non cambia una volta che è mestruata. […] Cosa è realmente cambiato? Come mai non è più una bambina? Stiamo rispettando l’idea che “mestruazione” significhi l’inizio della femminilità? Io credo che, perché una ragazzina viva un significativo ingresso nel femminile grazie al menarca, è essenziale che sua madre, e le altre donne della sua vita, trasformino la loro relazione con lei.”

Questo l’incipit del primo capitolo di “Diventare Compagne” di Deanna L’am da cui sono partita all’inizio del mese per parlarti di menarca, mestruazioni e crescita personale.

Il mio intento non era, infatti, solo quello di farti rilevare l’importanza di accompagnare le ragazze all’esperienza delle mestruazioni, ma di vivere in prima persona un cambiamento reale, interiore, del tuo rapporto con ciò che è stata l’esperienza del Menarca e di come vivi la tua ciclicità ogni mese.

Per trasformare la tua relazione con tua figlia, o con altre donne, è fondamentale trasformare prima di tutto il rapporto con te stessa. Questo non significa che tu debba fare o non fare qualcosa, significa ascoltarti, accoglierti ed apprezzarti così come sei. Ti sembra banale? Ti assicuro che è molto più difficile di quel che sembra. Ecco perché ti ho proposto l’esempio della Tenda Rossa Personale e ti ho parlato dell’importanza di trovare il modo di “centrati e radicarti nel grembo” nei giorni delle mestruazioni.

11695528_999897896700794_7432084850106095756_n
Celebrando il Rito del Menarca e l’attivazione della Tenda Rossa con Deanna (giugno 2015)

L’obiettivo di creare una parentesi di festa e celebrazione per la tua femminilità è lì che ti aspetta, ma prima serve fare un passo alla volta, dando ascolto a quel che non hai mai avuto modo di accogliere dentro di te. Prenditi del tempo, sperimenta, creati una nuova visione di chi sei o di chi vuoi essere come donna e parti da questa trasformazione. Solo in seguito apriti alle altre donne con allegria, senza prenderti troppo sul serio (altrimenti rischi di accresce il senso di distacco tra te e loro), ed offri una prospettiva differente di te stessa. Questo porterà curiosità, voglia di condividere e sarà bello creare dei momenti insieme per farlo.

Grazie a questi presupposti, sarai in grado di proporre una meravigliosa celebrazione per la tua rinnovata femminilità che coinvolga anche le altre partecipanti. Sarà un’occasione per trasformarvi insieme con leggerezza, creando una vera connessione tra donne.

Se nel gruppo si trovano anche bambine prossime al menarca, preventiva di creare una celebrazione anche per loro, ma ricorda che anche in quel caso sarà necessario che si prendano i loro spazi e i loro tempi, sia prima sia dopo. Sii creativa e responsabile. Ma soprattutto, divertiti!

La vera spiritualità femminile è gioia, entusiasmo e responsabilità. Se porti pesantezza, tristezza, lamentele, rabbia e paura nel tuo spazio fai danno a te stessa e a tutte le altre. Ovvio che i giorni “no” esistono, ma allora prenditi del tempo per digerire questi momenti in solitaria, senza vomitarli addosso alle altre persone. Sii responsabile e lungimirante: vedrai che smettendo di farlo tu, gli altri smetteranno di farlo con te. 

Tornando al nostro tema del mese, mi preme sottolineare che questa è solo un’introduzione. Quando si parla di ciclicità femminile si apre un universo di colori molto sfaccettati che si sovrappongono con estrema facilità. Quel che desideravo comunicarti come primo “step” è l’importanza di riconsiderare le tue mestruazioni come un’opportunità per ritagliarti tempo e spazio per te stessa.

In questo modo, inizierai ad ascoltarti per apprendere come accoglierti nella tua autenticità, rendendoti conto che ritrovare il tuo equilibrio personale è un continuo movimento interiore e mai un evento immutabile provocato da fattori esterni. Apprendere questo ti aiuterà a vivere bene ogni momento della tua quotidianità e a entrare davvero in empatia con le altre donne, chiunque esse siano.

Mi ritaglio un piccolo spazio in quest’articolo per ringraziare pubblicamente tutte le donne che mi stanno seguendo ed inviando importanti feedback in merito al mio lavoro: vi ringrazio per aver iniziato a leggere i libri che suggerisco tra le risorse gratuite e per aver sperimentato gli esercizi che propongo negli articoli del blog.

Ringrazio soprattutto chi mi ha detto di non riuscire a leggere articoli, perché hanno un filo conduttore che le costringe a leggere quelli di tutto il mese. Questo mi fa capire quanto siamo abituate ad informarci in modo superficiale (un “cotto e mangiato” informatico davvero deprimente) su argomenti che richiederebbero maggior attenzione e capacità di vederne l’insieme, poiché questo significa usare il cervello destro, cioè la nostra parte creativa e femminile.

Sono, però, d’accordo nel proporre articoli che possano essere più comprensibili anche da chi non segue il nostro filo conduttore mensile: da aprile, quindi, proporrò articoli più fruibili sul blog (che pubblicherò sulla nuova pagina facebook EDUCAZIONE MESTRUALE e sul profilo instagram SARALEA_EDUCATRICEMESTRUALE) e ti offrirò un approfondimento aggiuntivo sul tema mensile solo se farai parte della community accessibile con l’iscrizione alla nostra newsletter.

Desidero offrite articoli semplici, ma di qualità. Informazioni e contenuti interessanti che raggiungano più donne possibili in modo diretto ed efficace. Appunto per questo sto lavorando ad un progetto di divulgazione più immediato tramite la collaborazione con la Vertical Green Production, ma di questo ne parlerò a breve. Per intanto ti ringrazio di cuore per aver iniziato a seguire il mio blog e per esserti iscritta alla mia newsletter, a presto per le novità primaverili!

In bellezza, Sara Lea Cerutti