consigli di lettura

Corpi impuri. Il tabù delle mestruazioni

<< Per le tre grandi religioni monoteiste il corpo mestruato di una donna è un corpo impuro: se sei cristiana e cattolica in quei giorni non puoi fare la comunione; se sei ebrea il rabbino non ti darà mai la mano, non si sa mai che tu abbia le mestruazioni; se sei mussulmana in quei giorni non puoi neppure pregare >>

Marinella Manicardi è un’attrice poliedrica che grazie ad “una serie di fortunati eventi” ha messo in scena al Festival Filosofia di Modena “Corpi impuri”: uno spettacolo teatrale avvincente sul sacro e sul profano, sul corpo delle donne e sui tabù che lo circondano. Da quell’esperienza si innescarono una serie di avvenimenti che portarono, nel 2017, Marinella Manicardi a scrivere un libro con lo stesso titolo.

corpi impuriCorpi impuri. Il tabù delle mestruazioni” è un testo scorrevole, dai toni colloquiali e ironici, ricco d’immagini prese sia dalla cultura cattolica, sia dalla nostra società contemporanea: libri, film, ecc. Nel capitolo intitolato: “Non si dice, non si fa”, Marinella Manicardi cita una bellissima frase di Erica Jong che in “Paura di volare” fa dire alla protagonista: << Finché anche le donne non hanno incominciato a scrivere libri era possibile vedere solo un lato della questione. Dagli albori della storia fino ad oggi i libri sono stati scritti con lo sperma, non con il sangue mestruale! >> Eppure il sangue lo vediamo rappresentato ovunque, al cinema, in tivù: sparatorie, incidenti, attentati… ma non quello mestruale. Le mestruazioni non vengono mai rappresentate o citate. Neanche nelle pubblicità per gli assorbenti: il colore del sangue è azzurro e vengono usati escamotage per non usare la parola “mestruazioni” con frasi come “in quei giorni puoi sentirti protetta…”.

Pur non essendo un’addetta ai lavori, Marinella Manicardi ha condotto un lavoro molto accurato, attento nel mettere in relazione avvenimenti, situazioni, simboli che nella nostra cultura (cattolica) sono ancora fortemente inserite nel tessuto sociale: dall’obiezione di coscienza, all’assenza di educazione sessuale nelle scuole e così via. “Corpi impuri” esplora la storia, la cultura e l’educazione che abbiamo ereditato oggi come donne: una cultura illuminista e clericale che continua ad oggettificare il copro femminile. Nel capitolo “La legge non è uguale per tutti/e” mi ha colpito leggere una frase di Franca Viola, che nel 1966 fu la prima ragazza italiana a non accettare il “matrimonio riparatore” (erano costrette a sposare i loro stupratori) come sistemazione onorevole del gesto, dopo il processo: << Non ho mai avuto paura, non ho mai camminato voltandomi indietro a guardarmi le spalle. E’ una grazie vera, perché se non hai paura di morire, muori una sola volta. >> Quante di noi, invece, hanno paura a camminare da sole per strada di notte? Moltissime. Quante in Italia non si sentono ancora al sicuro? Troppe.

Consiglio la lettura di “Copri impuri. Il tabù delle mestruazioni” ad un pubblico mediamente adulto (dai vent’anni in su). Se un/una adulto/a vuole proporlo ad una ragazza deve leggerlo per primo/a in modo da accompagnarne la lettura. In oltre, sono presenti molti riferimenti alla cultura del Novecento e immagino che le nuove generazioni abbiano davvero bisogno di un intermediario per comprendere molte delle considerazioni fatte dalla Manicardi.

Come sempre, se avete piacere di confrontarvi con me su questo libro, potete usare il MODULO CONTATTI che trovate sul sito oppure scrivermi all’indirizzo mail saralea.cerutti@gmail.com

Alla prossima settimana

Un pensiero riguardo “Corpi impuri. Il tabù delle mestruazioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...