attualità, cosa posso fare per te, sostegno alla genitorialità

Educazione Mestruale: parità di genere

Una domanda che spesso mi rivolgono in consulenza le mamme è come crescere i/le loro bambin* senza pregiudizi e stereotipi di genere. La loro preoccupazione non sta tanto nel come educare i/le bambin* in casa, ma nel confronto con i parenti e, sopratutto, con la scuola.

Per rispondere a questa domanda bisogna considerare più elementi:

  1. Sii sicura del tuo intervento educativo a casa. L’esempio è la tua arma vincente: coinvolgi il/la partner e i/le figl* nelle faccende di casa, mantieni vivi i tuoi interessi e creati dei momenti solo per te in cui esprimerti. Dimostra alla famiglia che oltre ad essere moglie /compagna e mamma, sei anche una donna;

  2. Coinvolgi i familiari spiegando loro perché è così importante educare i/le bambin* in questo modo. Spesso sembra che i nonni ci “remino contro”, ma non è colpa loro: sono cresciuti in un ambiente sessista e faticano a notare cose che per noi sono inammissibili. Anziché arrabbiarti, litigarci e creare ancora più confusione, fermati e ragiona: sei tu a scegliere il grado di coinvolgimento che hanno i tuoi parenti durante gli anni di crescita dei/delle tuoi/tue figli/figlie. Offri loro l’occasione d’imparare a comunicare diversamente. E’ un lavoraccio, ma sicuramente otterrai dei risultati positivi. Armati di pazienza;

  3. Non puoi mantenere il controllo su tutto ciò che fanno/vivono i tuoi bambin* a scuola. Se avete dato loro una buona educazione non-sessista, sicuramente saranno in grado di farne tesoro quando si confronteranno con chi la usa (spesso senza accorgersene) sia che siano compagni sia insegnanti;

  4. Iniziate a parlare presto del corpo che cambia in famiglia. L’arrivo della pubertà nelle nuove generazioni è sempre più precoce (9-10 anni), ma molti genitori tendono a vedere ancora i/le figl* come bambin*. Un’educazione non-sessista parte dal comprendere che i cambiamenti del corpo sono naturali e che tutti i corpi sono validi così come sono. Acquisire questa consapevolezza permetterà ai/alle vostri/e figli/e di vivere meglio gli anni dell’adolescenza a scuola.

MasterGenere

Fortunatamente molti insegnanti stanno rendendosi conto delle disparità di genere presente nelle scuole ed attuando interventi mirati in proposito. Se nella vostra scuola non è così, provate a far presente questa necessità senza essere aggressive. Le/I maestre/i e le/gli insegnanti prima di tutto sono persone (con il loro problemi e difficoltà) che seguono ogni giorno dai 25 ai 100 ragazzi (in base alla materia d’insegnamento). Se volete empatia da qualcuno, dovete essere voi le prime a dimostrarla. Non servono mille parole: il cambiamento passa attraverso l’esempio.

Se desideri confrontarti con me su come gestire le relazione esterne alla tua famiglia (parenti e scuola), se hai bisogno di lavorare di più sul delegare in casa e ritagliarti degli spazi per te, oppure se vuoi iniziare a capire come riconoscere gli stereotipi e pregiudizi che hai ereditato, puoi chiedermi un PERCORSO MESTRUALE oppure una CONSULENZA MESTRUALE sia a Torino, sia a distanza tramite video-chiamata. Usa il MODULO CONTATTI che trovi sul sito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...