benessere femminile, salute e benessere

Come prevenire la candida con il cibo

La candida è un’infezione molto piu’ comune di quanto si possa pensare.

La candidosi è un tipo di vaginite causata dall’eccessiva riproduzione del fungo Candida Albicans, normalmente presente nel nostro organismo. Si tratta di un fungo con il quale il nostro corpo è abituato a convivere. La candida è un’infezione endogena, cioè che si sviluppa all’interno dell’organismo. Determinate condizioni personali come un indebolimento del sistema immunitario possono essere tra le cause scatenanti della proliferazione del fungo in modo incontrollato, portando così alla condizione di candidosi. 

Normalmente la vagina è preparata a contrastare le infezioni, grazie al suo ambiente acido, al pH basso e ad una flora sana che protegge dalle micosi, ma ci sono alcune situazioni in cui si è più predisposti a contrarre un’infezione. Pensiamo ai momenti in cui ci sono fluttuazioni dell’equilibrio ormonale o un indebolimento delle difese immunitarie (gravidanza, utilizzo prolungato di alcuni farmaci, come antibiotici o corticosteroidi, stress, alimentazione ricca di zuccheri e farine raffinate, alcune condizioni patologiche come diabete e disfunzionalita’ tiroidee). 

La candidosi vulvovaginale puo’ essere caratterizzata da recidive, associata a perdite biancastre ma anche a forti dolori, bruciori e fastidi che incidono sulla qualità della vita della donna.

Prestare attenzione a cosa mangiamo è un buon modo per contrastarla e prevenirla.

La dieta “anticandida” prevede una particolar attenzione agli zuccheri che assumi con la tua dieta ed una regolare assunzione di alimenti che contengano lattobacilli (yogurt o kefir) e che rafforzino il sistema immunitario. Spesso le persone che si rivolgono a me per lavorare su quest’aspetto pensano che debbano togliere completamente zuccheri e carboidrati dalla propria alimentazione. In realta’ il “trucco” è scegliere i carboidrati di qualita’ migliore e ridurre il consumo degli zuccheri semplici. Gli zuccheri infatti sono il principale nutrimento del lievito Candida Albicans ed è quindi la loro assenza che impedisce al fungo di sopravvivere.

Non basta controllare dolciumi in generale, come torte, gelati e zucchero semplice, bisogna fare attenzione anche il fruttosio (pensiamo a quello contenuto nella frutta o nei succhi di frutta). Detto questo non vuol dire non mangiare mai frutta durante la giornata, ma limitarne le porzioni totali.  Anche l’alcool va evitato.

Se hai problemi di candidosi fai attenzione a pane, farine, pasta e carboidrati raffinati (bianchi). Non eliminarli, ma scegli l’alternativa integrale, o prodotti a base di segale o grano saraceno che hanno un indice glicemico inferiore e piu’ fibra al loro interno.

Hai gia’ provato le paste ricavate dalla farina di legumi?le trovi nei negozio biologici ma anche al supermercato. Io adoro la pasta con la farina di ceci o di lenticchie rosse, di solito la cucino per pranzo condita con un buon sughetto di verdure di stagione. Un piatto unico saziante, completo e sfizioso.

Una dieta ricca di fibre è anche utile per assicurarti una buona regolarita’ intestinale e purificare il tuo intestino da eventuali funghi patogeni.

La dieta contro la candida ha due obiettivi principali quindi: impedire l’eccessivo proliferare di questo microrganismo, sottraendogli il nutrimento (meno zuccheri) e potenziare le difese immunitarie del tuo organismo (piu’ verdure, alimenti integrali e cibi di qualita’).

I miei consigli?

  • Impara a mangiare con consapevolezza e varieta’. Ne beneficerai in generale e con te anche la tua Candida;
  • Fai attivita’ fisica per potenziare il tuo sistema immunitario, per gestire le tue emozioni e modulare il tuo stress;
  • Se hai spesso recidive prova a tenere un diario alimentare annotando quello che mangi, da solo o con un professionista sarà piu’ semplice conoscere le tue caratteristiche alimentari e migliorarle;
  • Evita di assumere farmaci, in particolare antibiotici e pillola anticoncezionale, se non strettamente necessario e sempre sotto controllo medico;
  • Prenditi cura del tuo intestino, previeni la stipsi con un’alimentazione ricca di verdure e una buona idratazione;
  • Non indossare pantaloni stretti, preferisci slip in cotone bianco ed evita i materiali sintetici;
  • Evita di rimanere con il costume bagnato a lungo al mare o in piscina;
  • Cura la tua igiene personale, evitando saponi e prodotti troppo aggressivi che potrebbero alterare il pH vaginale.

Quest’articolo è stato scritto da:

SITO – www.torinodietista.it | INSTAGRAM – @torinodietista_