benessere ciclico, benessere sessuale

Benessere ciclico e sessuale

Fino a qualche anno fa il “benessere ciclico e sessuale” della donna era piuttosto trascurato con evidenti lacune scientifiche sia dal punto di vista fisiologico sia psicoemotivo. In particolare il benessere femminile era visto solo in relazione alla salute (quindi o sana oppure malata), rimanendo “incastrato” nel fallimentare dualismo salute/malattia tipico di una mentalità clinica ormai obsoleta e che non tiene conto delle specificità psico-fisiche delle donne.

Quest’approccio, infatti, riduceva moltissimo la possibilità di vedere al di là del dato clinico: l’educazione sessuale, ad esempio, era intesa unicamente come forma di prevenzione verso le malattie sessualmente trasmissibili e le gravidanze indesiderate, escludendo gli aspetti affettivi e relazionali (come insegnare il rispetto di sé, riconoscere l’abuso psicologico, sviluppare il consenso, accrescere l’amore verso il proprio corpo,  insegnare a gestire le emozioni delle prime volte, etc.) necessari a definire davvero questo metodo come “educativo” ( giusto per caprici, non svolgi una funzione educativa – men che meno sei un* educator* – se inculchi nozioni e regole nella testa delle persone).

In particolare la “normalizzazione” della sofferenza mestruale, del dolore sessuale e l’idea errata di poter risolvere tutto assumendo una “pillola magica” hanno aggravato le condizioni di salute di milioni di donne e la qualità della vita sessuale di tantissime persone a loro legate.

Il benessere non si misura solo dalla condizione di salute, ma dalla qualità di vita dell’individuo.

Sempre più persone si stanno rendendo conto della necessità di vivere la sessualità come qualcosa di naturale, libero e gioioso. Si sta imponendo un cambio di rotta collettivo.

Finalmente in molti ambiti volti a sostengo delle persone (come quelli educativi, pedagogici, sociologici, ecc. quindi non solo di competenza clinica, evviva!) si parla di “benessere ciclico e sessuale” considerandolo come una condizione che non riguarda solo la salute, ma come un approccio onnicomprensivo e positivo alla corporeità che si ottiene occupandosi di tutto ciò che compone una persona: mente, corpo, emozioni e relazioni.

Per questo, dal 2013, ho affinato una metodologia in grado di lavorare sul sistema “MENTE-CUORE-GREMBO” avviando nelle donne un vero e proprio processo di consapevolezza femminile utile per mantenere il benessere ciclico e sessuale. La mia metodologia, infatti, ti aiuta nel riconoscere e trasformare quei condizionamenti limitanti che hai nei confronti del tuo corpo, della ciclicità, della sessualità, della relazione di coppia, ma soprattutto del femminile. 

Per troppo tempo hai giudicato il tuo “essere donna” come un problema, sviluppando con il tempo somatizzazioni nell’apparato riproduttivo (come spiegato qui); ma ora sei qui perché vuoi che ti aiuti a vivere pienamente la tua femminilità!

Scopri come posso aiutarti, CLICCA QUI!

Soffri di un distrubo mestruale e/o sessuale? Vuoi lavorare con me per migliorare la situazione, ma desideri conoscere meglio il mio approccio? Allora fai il TEST “Scopri di cosa hai bisongo” che ti aiuta a capire di cosa hai bisogno per iniziare il tuo percorso di consapevolezza femminile con me! Lo ricevi in OMAGGIO iscrivendoti alla newsletter!

USA IL MODULO CONTATTI CHE TROVI QUI