CHI SONO

Ti accompagno nel riconoscere i tuoi bisogni femminili per equilibrarli con la tua ciclicità!

img_20180924_182609_326.jpg

CAMMINO INSIEME A TE PER:

1. aiutarti nel trovare la tua regolarità mestruale, attraverso il riconoscimento dei tuoi sentimenti e dei tuoi bisogni;

2. insegnarti come attingere a talenti e qualità utili per nutrire la visione di un femminile equilibrato con il maschile;

3. sostenerti nel manifestare la “nuova te” nella quotidianità!

Credo nella possibilità di ognuna di noi di riscoprire il proprio ritmo femminile in armonia con il maschile, riappacificandosi con il passato ed imparando a manifestare il proprio ideale di femminilità nel presente!

COS’È L’EDUCAZIONE MESTRUALE?

Negli ultimi dieci anni ho elaborato ed affinato una teoria educativa che rispetti i bisogni e le inclinazioni femminili in relazione alla nostra natura ciclica. 

L’educazione mestruale è una vera e propria disciplina socio-educativa, complementare all’educazione sessuale ed affettiva, volta a sostengo di ogni individuo che ha la capacità di mestruare: non si prendere, quindi, in considerazione solo la fertilità delle donne bianche ed etero, ma la ciclicità (ormonale ed emozionale) di tutte le persone che ogni mese hanno le mestruazioni.

In questo senso l’educazione mestruale si colloca all’interno delle discipline socio-educative con l’intento di supportare una cultura inclusiva a sostegno di tutti gli individui che hanno le mestruazioni e di ridefinire i ruoli “femminili” e “maschili” trovando nel dialogo tra le parti una chiave d’intesa a supporto della coppia, della genitorialità e della comunità.

La mia metodologia educativa ti sostiene, quindi, nel destrutturare convinzioni limitanti riguardo il tuo ideale di femminilità, tenendo in considerazione la struttura educativo-familiare e storico-sociale a cui appartieni, e nel creare nuovi modelli di riferimento femminili che s’inseriscano in modo equilibrato e costruttivo nel sistema sociale in cui vivi.

img_4937
L’EDUCAZIONE MESTRUALE in ITALIA – LEGGI L’ARTICOLO

PERCHÉ L’EDUCAZIONE MESTRUALE?

Il modello di educazione mestruale che ho elaborato in questi ultimi anni è ciò che ti serve per dare ASCOLTO, ACCOGLIENZA ed ALLEGRIA alla tua meravigliosa femminilità!

Infatti, in questo percorso avrai bisogno di acquisire tre importanti strumenti:

  • L’ASCOLTO di quella parte di te che chiede di essere amata così com’è;
  • L’ACCOGLIENZA della tua vera natura femminile;
  • L’ALLEGRIA necessaria per affrontare sorridendo le sfide della quotidianità.

“E’ POSSIBILE PER ME FARE QUESTO PASSO?”, ti chiederai.

ASSOLUTAMENTE SI! Sono qui per questo, per sostenerti nell’imparare come esprimere la tua meravigliosa femminilità sentendoti libera di essere te stessa, mantenendo i giusti confini con chi ti circonda e creando un circolo virtuoso di rispetto e gratitudine che possa portarti a realizzarti proprio perché donna!

RESTA IN CONTATTO CON ME! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

*****************************

IMG_20180323_140126
QUESTO E’ IL MIO SANGUELEGGI L’ARTICOLO

LA MIA STORIA PROFESSIONALE E PERSONALE

Idealista di natura e da sempre sensibile ai temi che gravitano attorno alla femminilità a 16 anni iniziai la mia ricerca, prima personale e poi professionale, sperimentando svariate correnti di pensiero del panorama italiano: dall’attivismo femminista alla spiritualità “al femminile”, la mia ricerca andava sempre oltre le regole e i dettami imposti, ponendomi come coem “voce fuori dal coro” rispetto a ideologie e fanatismi.

Dopo gli studi in sociologia e psicopedagogia (che mi portano a lavorare come educatrice e creativa a contatto con minori di varie fasce d’età presso servizi sociali della mia città) proseguì la mia ricerca personale intraprendendo nuovi studi in campo storico e antropologico: frequentando un corso di laurea ibrido in “Società e Culture d’Europa” (che mi permise di approfondire i miei studi in sociologia, psicologia e filosofia) e ampliando le mie teorie sulla costruzione dell‘identità delle donne occidentali.

Durante gli studi universitari mi avvicinai al pensiero antico e capii che per sbloccare la mia irregolarità mestruale devo dedicarmi al corpo: incontrai così la tecnica della Danza in Cerchio. Dopo due anni di formazione presso la Scuola di Psicoterapia della Gestalt di Torino iniziai a portare questa disciplina nei miei laboratori creativi.

Il mio percorso di ricerca di un’identità femminile che rispecchi la mia spiccata sensibilità e creatività, mi portò a leggere e scrivere molto sul tema. A vent’anni decisi di passare dalla “lettura alla pratica”: come già accennato incontrai alcune “personalità” legate alle filosofie di pensiero della medicina integrata; poi donne legate a movimenti politici di attivismo femminista; infine, collaborai con alcune “personalità” di spicco nella spiritualità femminile italiana. Affascinata dall’idea di confrontarmi con altre donne in un cerchio in cui crescere insieme, a 27 anni (cioè nel 2013) creai il Cerchio del Grembo di Torino per donne e ragazze interessate a vivere la loro femminilità in modo più intimo, consapevole e spirituale.

Mi ci volle tempo affinché mi rendessi conto della superficialità con cui molti dei pensieri “cardine” delle correnti (specialmente quelle legate alla “spiritualità” femminile) che stavo seguendo venissero trattati dalle “colleghe”. Sostenendo le donne del mio  Cerchio del Grembo ho vissuto cinque anni meravigliosi, ma la mia propensione a ricercare l’autonomia delle partecipanti ai miei gruppi non fu ben vista dalle comunità a cui aderivo e, per tutti e cinque gli anni dedicati loro (sia in termini economici sia affettivi), mi resero la vita davvero difficile. L’unica soluzione sensata fu prendere il buono della quelle esperienze e, alla fine del 2017, dissociarmi completamente da tutti quei gruppi “al femminile”.

Sul finire del 2017, quindi, ho vissuto una profonda crisi professionale.

Prendendomi del tempo per coniugare dieci anni di maturazione professionale, sperimentazione personale e ridefinizione concettuale di ciò che avevo imparato, vissuto e realizzato in giovane età, decisi di riprendere la mia ricerca partendo da nuove prospettive.

Unendo professionalità, esperienze sul campo, pedagogia, psicologia, educazione emotiva, sociologia, antropologia, parità di genere, femminismo interstazionale, cultura letteraria e tanto altro, trovai finalmente il mio ideale di femminilità. Un femminile in grado di ascoltare, di accogliere e di alleggerire con allegria e gentilezza le emozioni che vive in ogni fase della vita. Un femminile capace di accompagnare sé stesso nei cambiamenti della vita. Un femminile aperto al maschile e con la pace nel cuore verso le altre donne. Un femminile creativo e propositivo, in grado di sostenere le generazioni di donne che stanno crescendole vicino.

LEGGI COSA DICONO DI ME LE RAGAZZE E LE DONNE CHE HO AIUTATO IN QUESTI ANNI!

In questo senso, il mio lavoro sta evolvendo in una figura professionale unica nel suo genere (poiché creata su di me e sul mio lavoro decennale), ma utile a tutte coloro che sentono giunto il momento di esser accompagnate nello strutturare una visione intima e personale del proprio ideale di femminilità.

20150731_223016-e1524219980670.jpg
Insieme alle donne del Cerchio del Grembo di Torino – estate 2015

ISCRIVITI ALLA PERIODLETTER!

RICEVERAI INTERESSANTI APPROFONDIMENTI E SARAI AGGIORNATA IN ANTEPRIMA SULLE NOVITÀ DELLA NOSTRA COMMUNITY!